venerdì 5 aprile 2013

  I SUPERMERCATI DELL'ASSURDO

Pubblicità, Pubblicità ovunque, grandi , enormi magazzini aprono in questo momento di crisi. Noi parliamo di Ecologia, di salvare la Terra, i mari e qui? Cosa vendono? Tutto a 0.50, 0.99, a 1.99, a 2.99...si fanno grandi affari. Io vado a vedere, sono curiosa di capire cosa "regalano"perché nel giorno dell'inaugurazione c'è la coda fuori ed il posteggio è pieno. Centinaia di metri quadrati di scaffali, metà con casalinghi vari di discreta utilità, l'altra metà di DETERSIVI. Per i piatti, per la lavatrice, per la lavastoviglie, stracci e straccetti piccoli, grandi, brutti e colorati, spugnette e file di contenitori di plastica riempiti di colorati e profumati veleni...Bello quasi a vedersi! Colori, marche e forme diverse, sembra impossibile che esista un universo parallelo solo di detersivi! La gente prende i carrelli e, colpita da tale abbondanza a basso costo ed illusoria prosperità, li riempie con tutto il necessario e il sicuramente superfluo, contenta perché risparmia e risponde con oculatezza alla crisi che l'ha colpita.
Ma poi, giunta alle casse, capisce una cosa : sarà una persona più pulita, vivrà in una casa più pulita in un Mondo più inquinato e soprattutto SENZA ACCORGERSENE avrà speso 50 euro di detersivi (che non saprà dove mettere)...
Quella sera, presa dal pomeridiano entusiasmo, presenterà a tavola piatti sicuramente puliti, MA VUOTI!!!

di Paola Zagarella
Posta un commento